Come la tecnologia Beacon sta cambiando il marketing in relazione ai consumatori

i benefici dei Beacon nel Marketing
i benefici dei Beacon nel Marketing

La tecnologia beacon sul mercato non è più un film di fantasia o di fantascienza. Il “targeting geografico” e il suo strumento più potente il “marketing di prossimità”, è sul piatto delle riunioni marketing di tutte le grandi aziende.

Secondo Business Insider, le vendite di beacon rappresenteranno $44.1 billion nel 2016. I rivenditori, aeroporti, centri commerciali, negozi di alimentari, e ristoranti sono attualmente le aziende predominanti per la tecnologia beacon.

Tuttavia, la tecnologia essendo flessibile e versatile può essere utilizzata in una varietà molto ampia di settori. Per esempio, molte aziende stanno collegando i beacon nella fase di gestione, al fine di migliorare lo stoccaggio, il trasporto, e il processo di monitoraggio. Altri utilizzano la tecnologia beacon come strumento di log-in per questioni di sicurezza sul lavoro.

Come funzionano i beacon?

I Beacons comunicano con gli smartphone e dispositivi wearable (smartwatch etc.) attraverso un segnale bluetooth chiamato a bluetooth Low Energy. La Bluetooth Low Energy è una tecnologia di rete wireless utilizzata per la trasmissione di dati su brevi distanze. Il beacon invia onde elettromagnetiche con lunghezza e la frequenza impostabile che comunicano con le applicazioni e servizi di localizzazione in smartphone e wearable.

Come i beacon differiscono dalle altre tecnologie di targeting geografico?

Il principale fattore che differenzia la tecnologia beacon dagli altri strumenti di marketing di prossimità è la capacità dei beacon a “svegliarsi” in applicazioni mobile che non sono in uso in quell’istante.
Ad esempio, un consumatore potrebbe avere scaricato mesi indietro l’App Foods, non interagendo mai con la stessa. Quando l’utente entra in un negozio che utilizza la tecnologia beacon Whole Foods, l’applicazione è in grado di attivarsi e far conoscere le ultime offerte, offrire promozioni e/o coupon aggiuntivi. Questo porta a un’eccellente varietà di “reengagement” per il marketing.

Come si sentono i consumatori con i beacon?

La domanda sorge spontanea: come si sentono i consumatori ad essere “tartassati” da messaggi e promozioni?
La risposta può essere sorprendente per alcuni. I consumatori stessi sono i più ricettivi all’idea rispetto agli anni passati. La piattaforma Swirl ha analizzato che il 73 per cento degli acquirenti che hanno ricevuto un messaggio beacon sul proprio smartphone ha detto che ha aumentato la loro probabilità di effettuare un acquisto durante una visita in negozio, mentre il 61 per cento ha detto che il messaggio li ha spinti a visitare il negozio più spesso.

Quali sono i benefici dei beacon in termini di marketing?

Una migliore comprensione del comportamento dei consumatori: secondo il rapporto eMarketer, “Beacons for Retailers: Beyond the Hype“, la tecnologia beacon è uno dei fenomeni più rapidi e in crescita per quanto riguarda i dati first-party. Uno strumento di Marketing in grado di raccogliere e tracciare il comportamento degli utenti perfettamente, con tempistiche uniche per la loro organizzazione. Questo aiuta con potenza le altre campagne come la newsletter, la stampa e social media.

La relazione evidenzia che, anche se i consumatori non sono impegnati con tutte le offerte inviate durante la loro passeggiata, i marchi possono controllare il traffico in store e raccogliere i dati che possono impiegare per campagne più complete in futuro.

La Possibilità di inviare messaggi in tempo reale: i beacon permettono di superare gli ostacoli normalmente associati con gli annunci e le offerte. I messaggi inviati dai beacon, sia che si tratti di contenuti, promozioni, o annunci, sono consegnati ai consumatori al momento giusto, nel posto giusto. Questa opportunità, combinata con la raccolta dei dati, citati in precedenza, portano a messaggi che i consumatori vedono come un vantaggio, piuttosto che un fastidio.

Personalizzazione avanzata: come sempre più dati vengono raccolti sugli utenti, la personalizzazione diventa facile da utilizzare. Analogamente alla messaggistica in tempo reale, la messaggistica personalizzata crea valore per i clienti. Se gli acquirenti ricevono messaggi rilevanti e personalizzati da un marchio, il brand risuonerà e rimarrò in prima linea nella mente del consumatore.

Condividi
Share on Google+0Share on LinkedIn0Tweet about this on TwitterEmail this to someoneShare on Facebook0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*