test

La Pubblicità dei Manifesti direttamente sullo Smartphone grazie a QuiCon

Il manifesto diventa interattivo grazie al Proximity Marketing di QuiCon
Il manifesto diventa interattivo grazie al Proximity Marketing di QuiCon

QuiCon rende interattiva la pubblicità dei manifesti grazie alla tecnologia Beacon e al Proximity Marketing.

QuiCon in sinergia con 2000 Pubblicità s.r.l., una delle prime aziende campane ad essersi storicamente occupata delle affissioni pubblicitarie di piccolo e medio formato, ha dotato di tecnologia beacon alcuni impianti pubblicitari sui quali l’azienda di affissioni concede spazio alla comunicazione dei propri clienti rendendo interattivo il manifesto.

Il Proximity Marketing di QuiCon offre agli utenti che si trovano in prossimità di un impianto pubblicitario “2000Pubblicità” contenuti interattivi come video, immagini e informazioni dettagliate delle pubblicità affisse.

L’utente che effettua il download dell’App QuiCon, disponibile gratuitamente su tutti gli store digitali, potrà avvalersi di tutte le promozioni presenti, consultare tutti gli eventi nelle sue vicinanze e informarsi su tutto ciò che lo circonda.

Senza il necessario download di App, l’utente riceverà direttamente sul proprio smartphone in prossimità di uno degli impianti l’informazione dettagliata espressa sul manifesto con rich content, video e immagini multiple.

La città di Napoli con la sua arteria principale, Via Chiaia e Via Toledo, è all’avanguardia nella tecnologia e nei servizi per gli utenti finali. Con QuiCon il manifesto diventa interattivo e offre contenuti sempre più dettagliati e precisi superando la vecchia comunicazione classica.

Scopri tutto su www.quicon.eu.

 

 

 

Il Primo Proximity Game con tecnologia Beacon

La tecnologia Beacon si mette in gioco: grande successo nel primo Proximity Game di QuiCon

Il mondo della Gamification ha avuto un forte cambiamento dall’avvento degli smartphone e delle Applicazioni Mobile.

Con l’obiettivo di integrare il mondo fisico con quello virtuale, mettere in risalto l’esperienza dell’utente valorizzando i brand e gli sponsor, ottenere il massimo dalla localizzazione indoor, ricevere informazioni e dati dai giocatori fidelizzandoli con premi e coupon, si è concluso al Vulcano Buono di Nola, il concorso Super Epic Win di QuiCon.

Dal 9 al 13 marzo con il Super Epic Win, un concorso a premi indetto dal Vulcano Buono, gli utenti che, effettuato il download dell’App QuiCon, completavano uno dei percorsi game, hanno ricevuto un premio in base alla difficoltà del percorso svolto.

Il Primo Proximity Game con tecnologia Beacon
Il Primo Proximity Game con tecnologia Beacon

Il primo evento game che ha visto la tecnologia Beacon come protagonista assoluto.

QuiCon, piattaforma di Proximity Experience che sfrutta la tecnologia Beacon per eventi, marketing di prossimità e percorsi artistici, ha reso il Centro Commerciale Vulcano Buono un vero e proprio parco giochi virtuale. Collocando i dispositivi in prossimità degli store del centro commerciale sono stati creati percorsi interattivi che hanno messo in primo piano l’esperienza dell’utente, valorizzando al contempo il centro commerciale e i brand all’interno della struttura.

L’utente, che ha vissuto un’innovativa esperienza game, ha risolto enigmi (Qr Code, Giochi di Logica, Domande di cultura generale, Instant Game) disseminati su tutta la superficie del centro commerciale navigando al suo interno grazie alla tecnologia Beacon che dava loro informazioni sulla distanza dallo step successivo tramite un indicatore dettagliato.

Uno strumento di Marketing e di Engagement innovativo che ha offerto visibilità ai brand tra uno step e l’altro del gioco; l’utente, infatti, ha ricevuto informazioni localizzate in base alla posizione con banner cliccabili, loghi e contenuti targetizzati.

Guarda il video sul Proximity Game di QuiCon:

QuiCon e la Proximity Experience alla Fiera Nazionale Pescara Sposi 2015

QuiCon e la Proximity Experience alla Fiera Nazionale Pescara Sposi 2015

QuiCon e la Proximity Experience alla Fiera Nazionale Pescara Sposi 2015
QuiCon e la Proximity Experience alla Fiera Nazionale Pescara Sposi 2015

 

Alla VI Edizione della Fiera Nazionale Sposi tenutasi a Pescara il 10 e 11 ottobre, QuiCon e la Proximity Experience ha supportato come partner tecnologico l’organizzazione dell’evento rendendo unica e interattiva l’esperienza dell’utente tramite App Mobile.

QuiCon ha fornito alla Fiera 20 Beacon, tecnologia dotata di BLE, che, comunicando con gli smartphone degli utenti, recapitano messaggi in prossimità degli stessi offrendo loro informazioni della fiera e le promozioni degli stand presenti all’evento. Con QuiCon la Fiera si è dotata di un App Mobile per Fiere e Eventi, offrendo ai fruitori un servizio aggiuntivo di fondamentale importanza per la Fiera.

Il Proximity Marketing per Fiere ed Eventi

La Proximity Experience di QuiCon rende ogni fiera/congresso un evento unico e irripetibile. Tramite Beacon, infatti, gli utenti riceveranno sul proprio device le informazioni rilevanti, gli aggiornamenti, il calendario, le notizie, eventi e iniziative in tempo reale. I fruitori degli eventi grazie alla condivisione sui Social Network potranno condividere la propria esperienza e il luogo in cui si trovano innescando un processo di passaparola che amplifica le operazioni di marketing per le fiere. Un App Mobile per Fiere e Eventi come QuiCon rende l’esperienza dell’utente irripetibile instaurando nella mente del consumatore un valore aggiuntivo reale.

Promozioni e vantaggi esclusivi

Coinvolgere aziende, realtà commerciali e partner è, per alcuni tipi di eventi una necessità mentre in altre circostanze rientra nell’obiettivo dell’iniziativa stessa.

Per le aziende gli eventi possono essere occasioni di maggiore diffusione, per entrare in contatto con potenziali clienti e favorire la diffusione dei propri prodotti e servizi anche proponendo vantaggi riservati ai soli presenti all’evento stesso, attraverso il proximity marketing.

E’ dunque utile realizzare promozioni, sconti e ogni altra modalità di connessione che avvicina all’azienda, propone assaggi, e occasioni d’incontro attraverso la App.

Durante la Fiera Sposi di Pescara, grazie ad un inserimento real time  – inviata con notifica dalla App in prossimità degli “stand” – i presenti hanno ricevuto informazioni e aggiornamenti dalla App stessa.

QuiCon per la Fiera Nazionale Pescara Sposi 2015

La VI Edizione della Fiera Nazionale Sposi svolta sul lungomare di Pescara nel 2015 ha sfruttato la Proximity Experience per inviare notifiche ai fruitori della Fiera per aggiornarli in tempo reale di tutte le attività e le notizie riguardanti gli stand della Fiera. Un vero e proprio successo misurato dai downloads dell’App e dalle interazioni che l’Applicazione ha ricevuto.

QuiCon al Web Summit 2015 di Dublino

La Proximity Experience di QuiCon al Web Summit di Dublino, l’evento Tech dell’anno

QuiCon farà parte del programma Alpha del Web Summit 2015. 50 Start-Up selezionate dalla commissione dell’evento per esporre il proprio prodotto.

 

QuiCon al Web Summit 2015 di Dublino
QuiCon al Web Summit 2015 di Dublino

 

Dal 3 al 5 novembre 2015 a Dublino, QuiCon prenderà parte al Web Summit per presentare la piattaforma di Proximity Experience (www.quicon.eu), la nuova era del Mobile Marketing che tramite beacon, piccoli dispositivi dotati di tecnologia Ble, rivoluziona l’esperienza degli utenti.

QuiCon farà parte delle 50 start up selezionate in tutto il mondo per il programma “Alpha” dagli organizzatori del Web Summit, la conferenza tecnologica più importante d’Europa.

QuiCon permette di creare in pochi minuti contenuti ed inviarli all’App Mobile tramite Beacon, piccoli dispositivi dotati di BLE; la piattaforma consente la raccolta di dati statistici di particolare rilevanza come l’affluenza in un determinato punto, i tempi di permanenza, la precisa posizione dell’utente, le preferenze d’acquisto per operazione di marketing e retargeting.

Con il nuovo claim “The Proximity Revolution” QuiCon rimodella tutti i paradigmi del Proximity Marketing e offre ai clienti una piattaforma completa di servizi che completano un’offerta a 360° di Marketing: partendo dal Mobile Marketing fino ad arrivare al nuovissimo e innovativo Marketing di Prossimità.

“Siamo fieri di essere stati selezionati e invitati a partecipare al Web Summit, questo ci permette di confermare ai nostri investitori, partner commerciali e rivenditori l’innovatività della nostra azienda e di QuiCon” – spiega Mario Sinno, direttore commerciale e CEO di QuiCon. “Presenteremo a Dublino una soluzione tutta italiana, affidabile e sicura, pronta per centri commerciali e retails che fanno parte del nostro sistema economico”.

Il Dublin Web Summit 2015 è alla quinta edizione

Era il 2010 e l’Irlanda era in piena crisi. Il governo aveva il compito di andare a cercare 25 miliardi di euro con cui andare a garantire il bailout, il salvataggio delle banche irlandesi travolte dalla bolla immobiliare.

Era il 2010 e quattrocento persone si riunivano al primo Dublin Web Summit.

Quattro anni dopo i partecipanti erano ventiduemila, provenivano da cento Paesi e andavano a consacrare il successo di quella che è stata definita da Forbes come la migliore conferenza del pianeta sulla tecnologia e da CNN come l’evento più caldo nel settore tecnologico.

Un evento che rispecchia in pieno il panorama tecnologico irlandese, e dublinese in particolare, che si sta delineando da qualche anno a questa parte: da un lato la presenza delle grandi compagnie internazionali del settore IT, dall’altro una grandissima attenzione per lo sviluppo di un ecosistema per le startup che sta diventando tra i più importanti del mondo.

I relatori della prossima edizione riflettono questo mix: da Ed Catmull, Presidente di Pixar Animation Studios, a Robert Gentz, fondatore e Co-CEO di Zalando; da Rob Lloyd, Presidente di Cisco, a Deb Roy, Chief Media Scientist di Twitter.

Ma, appunto, grande attenzione anche alle startup, sia tra i relatori, come John Collison, Presidente e Co-fondatore di Stripe, sia per lo spazio dedicato alle startup emergenti (al quale l’anno scorso aveva partecipato anche BeeMyGuide, la startup fiorentina dedicata al turismo che Italish e Q-ROB rappresentano proprio in Irlanda).

Sarete aggiornati su tutto quello che è il mondo del Web Summit di Dublino…Stay Tuned!

carpisa

Carpisa sperimenta il proximity Marketing di QuiCon

carpisaCarpisa, uno tra i brand più importanti campani, che presenta una rete franchising di oltre 600 punti vendita in Italia e nel mondo, conferma la sua particolare attenzione agli investimenti in comunicazione e marketing volti non solo a promuovere adeguatamente i prodotti, ma anche a rafforzare l’immagine aziendale. In tal caso, infatti, per l’inaugurazione del nuovo Concept Store di Napoli, nella centralissima via Toledo 249-251, ha sperimentato il Proximity Marketing con la piattaforma di QuiCon, un tool completo di Marketing di Prossimità, che ha accompagnato l’inaugurazione con messaggi promozionali diretti agli utenti che passeggiavano in una delle vie più importanti dello shopping partenopeo. Tramite dispositivi Beacon, installati all’interno del nuovo store, sono stati veicolati all’esterno e all’interno del negozio, alcuni messaggi promozionali che invitavano l’utente all’ingresso e all’acquisto di alcuni prodotti.

Il Benvenuto di Carpisa
Il Benvenuto di Carpisa

 

 

Carpisa per l’occasione ha testato la tecnologia offrendo agli utenti che scaricavano e presentavano il messaggio promozionale di benvenuto alla cassa, a fronte di una spesa minima, un simpatico gadget con la tartaruga verde, icona del logo del brand campano.

QuiCon è una piattaforma di Proximity Experience che offre all’utente finale un’offerta completa che integra i canali classici della vendita, implentandoli con l’esperienza Mobile, con quelli innovativi della nuova era digitale. Con “Le Vie dello Shopping”, un evento test tenutosi al Vomero, quartiere dello shopping per eccellenza, ha testato la piattaforma di Prossimità con notevole successo per tutti i negozianti che veicolavano all’esterno dei propri store, tramite beacon, un messaggio di invito all’ingresso nello store.

Proximity Marketing

Cos’è il Proximity Marketing?

Proximity Marketing
Proximity Marketing

 

Il Proximity Marketing è un sistema che utilizza le tecnologie di localizzazione per comunicare direttamente con i clienti tramite i loro dispositivi portatili. Tutti i dispositivi di proximity marketing includono la distribuzione di media ai concerti, offrono informazioni, migliorano l’esperienza con giochi e applicazioni sociali, regalano un nuovo modo di vivere il commercio, offrono nuovi metodi di pagamento includendo la possibilità di inserire pubblicità localizzata. Non vi è una singola tecnologia per il Proximity Marketing, può essere effettivamente implementato utilizzando un certo numero di metodi differenti. E non è limitato all’uso dello smartphone. I moderni computer portatili che hanno abilitato il GPS possono essere abilitati attraverso alcune tecnologie di prossimità.

 

NFC – La posizione del telefono può essere determinata dalle comunicazioni di campo vicino (NFC) abilitati al telefono collegati a un chip RFID su un prodotto o supporto. NFC è la tecnologia utilizzata per Apple Pay e le altre tecnologie di pagamento, ma non deve essere limitata ai pagamenti. Musei e monumenti, per esempio, possono installare dispositivi NFC per fornire informazioni turistiche. Punti vendita possono implementare NFC sugli scaffali di informazioni sui prodotti. C’è un sacco di opportunità di marketing con la tecnologia NFC.

Geofencing – Mentre ci si sposta con il telefono, la connessione cellulare viene gestita tra le torri. Sistemi di messaggi di marketing di testo possono utilizzare la vostra posizione per spingere i messaggi di testo solo a quei dispositivi che sono in una regione specifica. Questo è noto come SMS Geofencing. Non è una tecnologia precisa, ma può essere utile per assicurare che il vostro messaggio verrà inviato solo per il target di riferimento è necessario al tempo che si desidera.

Bluetooth – punti vendita possono utilizzare la tecnologia Beacon che può connettersi al vostro smartphone. In genere c’è una applicazione mobile che consente ciò alla tecnologia e viene richiesta l’autorizzazione. Si può spingere i contenuti attraverso Bluetooth, servire siti web locali da WiFi, utilizzare il beacon come punto di accesso a Internet, agire portale come Captive, offrire servizi interattivi, e operare senza connessione a Internet.

Mobile Browser – dispositivo abilitato a Internet con le coordinate abilitati dall’utente tramite browser mobile. Visitare un sito aziendale sul dispositivo cellulare, mentre sei in prossimità di una posizione, e si può geotarget contenuto dinamico a quello individuale – anche se non sono sul vostro Wifi.

Wifi Hotspot – Se hai mai effettuato l’accesso a una connessione aerea o addirittura un Starbuck, hai assistito contenuti di marketing dinamico che ha spinto direttamente all’utente tramite browser web.

Suggerimenti App – Apple e il Proximity Marketing

Con il nuovo aggiornamento di iOS il proximity marketing viene ancor di più sfruttato nella piattaforma Apple. La versione aggiornata, infatti, fornisce nuove opportunità per marketing di prossimità e per le tecnologie di localizzazione. Lo smartphone finora aveva alcuni limiti tecnici, dovuti anche ed essenzialmente dalla chiusura mentale sul protocollo Bluetooth, la paura della sua incidenza sulla batteria. Per non parlare della privacy che rappresenta ancor oggi lo spauracchio più duro da sconfiggere.

Apple nel suo aggiornamento riesce ad inviarti, grazie alla sua App Suggerimenti, quali applicazioni sono essenziali in quel determinato momento e in quel determinato posto.

Le Apps rilevanti sono raccomandate nella schermata di blocco e in App Store in base a una serie di fattori, tra cui la loro popolarità in un determinato luogo e non c’è nessun meccanismo o un processo attraverso il quale uno sviluppatore App può aggiungere la propria App alla lista delle applicazioni consigliate .

Tuttavia, se la vostra applicazione iOS è direttamente correlata alla posizione o al luogo (ad esempio una guida centro commerciale iOS App che è pubblicato dal proprietario del centro commerciale o operatore), Apple garantisce che sia incluso nella lista dei raccomandati Apps; si consiglia di inviare una richiesta di miglioramento via http://bugreport.apple.com/, e richiedere che Apple valuti se la vostra App iOS dovresse essere inclusa nella lista di applicazioni consigliate per quella posizione.

È necessario fornire il maggior dettaglio nel ‘richiesta di miglioramento’ circa l’App e il luogo / posizione il più possibile, come ad esempio l’ID App, App nome, URL del App su App Store, il nome del luogo, luogo sede (indirizzo e lat / lon), la rilevanza (se presente) della vostra App iOS per il luogo / posizione, e il rapporto (se presente) tra voi come lo sviluppatore e il proprietario / gestore del locale / posizione. La presentazione di una richiesta di miglioramento non garantisce che un particolare iOS App venga aggiunta alla lista delle applicazioni consigliate per un luogo o la posizione.

Le Vie dello Shopping con QuiCon App

Le Vie dello Shopping con il Proximity Marketing

Le Vie dello Shopping con QuiCon App
Le Vie dello Shopping con QuiCon App

A Napoli e in particolar modo per le vie del Vomero, il quartiere dello shopping per eccellenza, è in atto un esperimento molto interessante. Un evento “Le Vie dello Shopping” quello ideato e sviluppato da QuiCon, una start up napoletana di Proximity Marketing, che ha coinvolto quasi 50 dei negozi più titolati e amati dagli shoppers del capoluogo partenopeo.

COS’E’ IL PROXIMITY MARKETING?

Il Proximity Marketing è un metodo per arrivare facilmente agli utenti che si trovano in prossimità di una determinata attività. Una combustione di più strategie di marketing, quella del Mobile Marketing su cui si basa e si adatta la nuova tecnologia Beacon, e quella classica dell’advertising puro fuori da uno store. Il negozio che si dota, in questo caso, del beacon comunica attraverso un App con l’utente che si trova nei pressi del negozio invitandolo ad entrare con una promozione dedicata.

LE VIE DELLO SHOPPING

Un vero e proprio quartiere 2.0 quello del Vomero a Napoli. Grazie all’App QuiCon gli utenti che passeggiano tranquillamente per quelle strade vengono raggiunti dalle comunicazioni e dalle promozioni degli store con offerte veramente imperdibili. QuiCon, infatti, ha dotato 50 dei negozi più importanti della tecnologia Beacon e veicola sulla sua piattaforma di Marketing di Prossimità le promozioni che gli stores hanno deciso di veicolare grazie all’Applicazione.

Le Vie dello Shopping - Napoli
Le Vie dello Shopping – Napoli

PROMOTER E CONTEST

Gli organizzatori dell’evento “Le Vie dello Shopping” hanno intrapreso molte iniziative per invitare gli utenti abituali del Vomero e dei suoi negozi al download dell’App. Vi sono, infatti, in Via Scarlatti Promoter che cercano affabilmente di invogliare i passanti a scaricare l’App. Un Contest artistico è stato sviluppato con ottimi risultati, ponendo l’attenzione sull’amore per questo quartiere secolare e mette in palio agli artisti in gara un biglietto per alcuni concerti che si terranno al Vulcano Buono, centro commerciale con sede Nola.

Lo shopping 2.0 è arrivato in maniera importante. I clienti che hanno scaricato l’App si dicono entusiasti del servizio ricevuto e le interazioni con i dispositivi sta crescendo raggiungendo quote impressionanti.

Le vie dello shopping con il proximity marketing è realmente un importante mezzo per quei store che ancora non sanno e non hanno la possibilità di concedersi mezzi tecnologici come un App customizzata o un servizio di Social Media in grado di garantire un numero importante di clienti offline da portare in negozio.

Andy Warhol3

Andy Warhol e i Beacon. La tecnologia diventa Pop!

Andy Warhol e i Beacon
Andy Warhol e i Beacon

La tecnologia a servizio dell’arte. Le opere di Warhol diventano ancora più Pop.

La nuova tecnologia Beacon a supporto delle mostre e gallerie d’arte. Andy Warhol e i Beacon. La tecnologia diventa, così, ancora più Pop.

La mostra “Andy Warhol…in the city” studiata e sviluppata ad hoc per i centri commerciali ha adottato nel centro servizi Vulcano Buono, a Nola, la tecnologia Beacon per rendere ancora più fruibile agli utenti l’arte dell’artista newyorkese.

Da sabato 18 aprile a domenica 17 maggio 2015 sarà possibile ammirare in un’area a sé stante e delimitata del centro servizi Vulcano Buono, 40 opere del padre indiscusso della POP ART, Andy Warhol, in un allestimento stile “street”.

Le 40 opere fanno parte della più ampia mostra intitolata “Andy Warhol …in the City” che nasce da un’iniziativa di Pubbliwork Eventi ed è già stata esposta nelle gallerie di diverse città italiane.

Una vera e propria rivoluzione nel campo dell’arte e della tecnologia a supporto di essa. I beacon, posizionati in maniera strategica accanto alle opere del celebre artista della Pop Art, offrono, agli utenti provvisti di Smartphone dotati di tecnologia BLE, tutte le informazioni dei capolavori in questione con una scheda sui particolari, le immagini delle opere che si trovano in prossimità dell’utente veicolando, dunque, tutto quello che concerne l’opera.

I barattoli Campbells, le Marylin, e i capolavori del genio della Pop Art si sono prestati in maniera esclusiva alla tecnologia Beacon, regalando una nuova esperienza a tutti gli utenti e i fruitori della mostra itinerante.

Marylin Monroe e Liz Taylor
Marylin Monroe e Liz Taylor

Entrando all’interno del Centro Commerciale, nella location in cui è stata allestita la mostra sul genio di Andy Warhol, l’utente che ha scaricato l’App, inizierà ad avere tutte le informazioni sulla biografia dell’artista di Pittsburgh, i suoi inizi, il suo concetto d’arte e le informazioni più generiche sulla pittura, sulla scultura e sull’arte POP.

L’audio-guida è già passato. L’utente riuscirà, così, grazie al suo smartphone, a ricevere e ad avere sul suo device una guida reale su tutta la mostra; avere contenuti extra con video, immagini e notizie sull’opera e sul genere in questione. Una rivoluzione nel campo dell’arte e della tecnologia.

Andy Warhol…in the city! I Beacon rivoluzionano il concetto di fruibilità d’arte.