Le migliori 5 campagne Google Nearby

Feature-Image-Top-5-Google-Nearby-Campaigns-of-2016-that-you-Must-Know-About

L’annuncio fatto da Google del suo nuovo prodotto – Google Nearby –  ha creato un bel vociferare nel settore delle soluzioni di prossimità. In particolare, le notifiche di Google Nearby hanno ottenuto diversi attestati di stima dalle aziende che si sono rivelate eccitate dalla prospettiva di offrire esperienze altamente innovative di advertising Mobile. Google Nearby si basa sulla premessa di fornire la giusta esperienza mobile al momento giusto. Così, con l’idea di guidare i visitatori in un museo con importanti tour audio o in un negozio inviando promozioni al momento giusto, Google Nearby è nato per migliorare le interazioni con i clienti e le sue esperienze.

Sfruttare le notifiche di Google Nearby è anche incredibilmente facile. Come azienda, tutto quello che dovete fare è, comprare i Beacon Eddystone, fare una semplice configurazione dei beacon in base alle esigenze di business e, così, è tutto pronto per inviare notifiche nei dintorni!

Le aziende di tutto il mondo stanno investendo in Google Nearby e in questo post, vi elenchiamo le prime 5 campagne di Google Nearby e che cosa si può imparare da loro.

 

  1. Airside cellulare spinge il download della sua App Mobile

 

L’Applicazione di viaggio, Airside, ha sfruttato i beacon per inviare notifiche ai viaggiatori nelle vicinanze dell’aeroporto al fine di incoraggiarli a scaricare la loro applicazione e di interagire con diverse esperienze nel terminal. Quindi, con questa soluzione, ogni volta che un viaggiatore passa davanti ad uno dei numerosi dispositivi collocati in aeroporto, una notifica push viene inviata allo smartphone insieme ad un link per scaricare direttamente l’applicazione da Google Play Store.

1

L’idea alla base delle notifiche di Google Nearby si trova anche nel semplificare l’esperienza dei clienti, e, in questo caso, al viaggiatore viene inviato un collegamento diretto con l’applicazione, evitando così il passaggio di ricerca sugli store. L’applicazione in sé mira a ridurre i tempi di attesa negli aeroporti e consente più transazioni veloci in ristoranti e negozi nell’aeroporto.

Questa soluzione è attualmente disponibile in diversi aeroporti degli USA, come, l’aeroporto internazionale di San Francisco, John F. Kennedy International Airport, l’aeroporto Newark Liberty International e l’aeroporto internazionale di San Jose.

 

Apprendimento chiave – Questo approccio non è solo uno dei modi migliori per presentare esperienze mobile contestuali ai clienti ma affronta, anche, in modo efficace uno dei maggiori ostacoli all’adozione dei beacon – la necessità, ovvero, di avere una applicazione nativa installata sugli smartphone dei clienti. Questa interessante caratteristica rende possibile anche per le PMI (senza grandi budget per sviluppare e mantenere un app mobile) per sfruttare Google Nearby per fornire esperienze mobile utili ai clienti.

 

  1. HasGeek migliora l’esperienza dell’utente in un evento

 

HasGeek, il forum indiano molto popolare che promuove dibattiti ed eventi su argomenti interessanti legati alla tecnologia e all’innovazione è stato il primo a sfruttare Google Nearby al suo recente evento chiamato ‘The Fifth Elephant’.

Notification_card_Elephant

The Fifth Elephant” nel 2016 è stato uno dei convegni più rinomati dell’India sulle data sciences e si è tenuta il 28 e 29 luglio a Bangalore. La conferenza ha ospitato alcuni tra i massimi esperti nel campo e corsi full-house in termini di partecipazione. Come interessante aggiunta alla manifestazione, HasGeek ha incluso i beacon Eddystone e Google Nearby, al fine di migliorare l’esperienza dei partecipanti. Le notifiche di Google Nearby sono state utilizzate per un caso d’uso molto interessante per informare gli ospiti circa i passaggi necessari per la connessione alla rete Wi-Fi locale della manifestazione, oltre a fornire ulteriori dettagli sul programma della conferenza.

Nel momento in cui l’ospite dell’evento clicca sulla notifica, una semplice procedura in tre fasi su come connettersi a una rete WiFi è stato trasmesso attraverso una carta (un layout dell’interfaccia utente basata sul web appositamente offerto da Beaconstac).

 

Apprendimento chiave: l’utilizzo delle notifiche di Google Nearby in occasione di eventi può essere molto utile in quanto elimina la necessità di impiegare risorse aggiuntive per adempiere a compiti chiave. In questo caso HasGeek ha utilizzato le notifiche Nearby per inviare particolari per l’attivazione della rete WiFi, altre notifiche possono essere sfruttate per una serie di altre funzioni in occasione di eventi: dalla registrazione, all’invio di dettagli informativi fino a trasmettere la mappa evento etc.

 

  1. Entertainment One promuove il suo nuovo film

 

La Media- Agency, Entertainment One ha sfruttato le notifiche di Google Nearby per aggiungere un angolo innovativo per promuovere il nuovo film, BFG. Come parte di questa iniziativa (denominata la pista Jar BFG Dream), 50 beacon posti al di sotto di vasi creati ad hoc come nelle descrizioni della storia originale di Roald Dahl sono stati collocati in molte località in tutta Londra. Questi vasi hanno inviato notifiche push a tutti gli smartphone entro 15 metri dal vaso.

Le notifiche sono state progettate per indurre i passanti che si trovavano in prossimità di uno dei vasi del sogno di visitare il vaso di sogno e ottenere una esperienza di prima mano con lo stesso. Le Notifiche includevano contenuti digitali aggiuntivi sul film.

bfgdreamjar2cropped-20160711011815126

Il responsabile della distribuzione di Entertainment One del Regno Unito, Kezia Williams, ha espresso la sua soddisfazione così: “La Jar BFG Dream è un’iniziativa estremamente eccitante. Non solo offre il modo perfetto per noi per entrare in contatto con il pubblico prima del lancio del film, ma presenta anche una fantastica opportunità di fare uso di tecnologie innovative per offrire ai consumatori una vasta gamma di contenuti digitali”.

Apprendimento chiave – Questa campagna è un esempio di come le notifiche di Google Nearby possono essere sfruttate in modo creativo, unico e interessante e non si limita al solo aumento di  download di app/traffico.

 

  1. CVS permette il rilevamento facile dei servizi

 

U.S Pharmacy e la catena di negozi, CVS è tra le prime aziende a implementare le notifiche Google Nearby. CVS ha pianificato le campagne Google Nearby per informare i clienti in negozio di un servizio unico nel suo genere; offrono, infatti, un servizio di stampa fotografica in-store. Ciò consente al cliente di inviare direttamente le foto dalla app CVS dal suo smartphone alla stampante del negozi, rendendo in tal modo l’intero processo di stampa foto altamente efficiente ed efficace nel tempo. CVS fornisce un grande esempio per i rivenditori, piccoli e grandi per aumentare la visibilità del marchio e raggiungere un pubblico che non hanno applicazione nativa del marchio. Inoltre, la natura tempestiva e pertinente della comunicazione può anche essere di grande valore per i clienti.

 

Apprendimento chiave – Questo è un ottimo modo per informare i clienti sui nuovi prodotti e servizi, mentre sono presso il negozio.

 

  1. Il potere del tour audio di Notre Dame

 

Notre Dame ha recentemente introdotto Google Nearby alla sua app mobile, in modo da inviare rilevanti istruzioni tempestive ai visitatori del campus sulle prossime tappe del tour. Come parte di questa iniziativa, i beacon sono stati disposti su tutte le attrazioni del campus di Notre Dame come la Basilica, l’edificio principale e La Fortune Student Center, al fine di attirare più visitatori.

nd

Con quasi 2,5 milioni di visitatori ogni anno, Notre Dame ha investito in Google Nearby con l’intento di valorizzare le esperienze dei clienti e divulgare il significato storico del luogo.

 

Apprendimento chiave – Notre Dame offre un buon esempio di come le esperienze dei clienti può essere migliorata in modo molto informativo e penetrante. Oltre al campus, tali soluzioni possono rivelarsi estremamente utili per i musei, centri d’arte e visite guidate della città.

 

 

I Beacon Eddystone e Google Nearby possono così essere sfruttati in una vasta gamma di settori dalla vendita al dettaglio fino agli eventi. I casi d’uso che possono essere soddisfatti utilizzando questa soluzione semplice ma efficace sono praticamente infiniti. Ma, forse il più grande vantaggio di Google Nearby è che, puntualmente, i contenuti pertinenti possono essere inviati ai clienti senza la necessità di un app. Inoltre, la natura passiva della notifica è un enorme passo avanti nella costruzione della fiducia dei clienti.

 

 

La nuova App "i Tesori Nascosti" mostra agli utenti in prossimità delle opere tutte le informazioni riguardo l'opera stessa.

I Tesori Nascosti – una mostra a prova di App Mobile

L’arte a Napoli non è mai abbastanza: nella basilica di Santa Maria Maggiore alla Pietrasanta, Vittorio Sgarbi ha presentato «I Tesori nascosti. Tino di Camaino, Caravaggio, Gemito» centocinquanta capolavori dal XIII secolo fino al `900, provenienti da collezioni private, tra cui la «Maddalena addolorata» del Caravaggio.

Lo stesso curatore della mostra Vittorio Sgarbi, entusiasta, l’ha definita «un vero museo, una immensità di bellezza davanti alla quale vi sentirete storditi». 

Il lungo filo storico ripercorso dalle quasi 150 opere esposte è descritto, nella sua interezza, dall’audioguida multimediale che consta in un’Applicazione Mobile “I Tesori Nascosti” in grado di individuare la posizione esatta dell’utente e inviare contenuti extra, audio-video e testuali, quando lo spettatore è in prossimità dell’opera. Una vera e propria audioguida a portata di smartphone. L’utente che effettua il download dell’App all’ingresso della mostra, può usufruire gratuitamente dell’intero catalogo espositivo e di una dettagliata descrizione audio delle opere esposte.

La nuova App "i Tesori Nascosti" mostra agli utenti in prossimità delle opere tutte le informazioni riguardo l'opera stessa.
La nuova App “i Tesori Nascosti” mostra agli utenti in prossimità delle opere tutte le informazioni riguardo l’opera.

 

Non solo arte, dunque, ma anche tecnologia nella mostra curata nei particolari dal Professor Sgarbi che presenta alle porte del decumano maggiore, in un complesso appena restaurato (grazie a 1 milione e 300mila euro del Grande progetto Unesco e a 800mila euro raccolti dalla Associazione Pietrasanta a cui il cardinale Sepe ha dato la Chiesa in comodato d’uso) che vanta il campanile più antico della città, la cappella rinascimentale del Pontano e quella del Capuccio: un vero «tesoro nascosto» con impianto del VI secolo, fino a qualche anno abbandonato ed trasformato nell’ officina di un meccanico, come testimoniano le macchie d’olio ancora visibili sul pavimento. 

 dettaglio

Tutte le opere d’arte selezionate per la mostra (visitabile fino al 28 maggio) non sono esposte nei musei pubblici ma appartengono a fondazioni bancarie, istituzioni e privati e per questo nascosti al grande pubblico. Da una testa di maestro federiciano del 1250 fino al un autoritratto di Antonio Ligabue, nell’allestimento, che ricorda i corridoi di un museo, si passeggia nella storia dell’arte.

QuiCon, azienda leader del mercato della Proximity Experience, è partner tecnologica della mostra «I Tesori nascosti. Tino di Camaino, Caravaggio, Gemito». La tecnologia Beacon riesce, così, a inviare rich content ai fruitori delle opere presenti in mostra arricchendo l’esperienza, sensoriale e informativa, degli utenti presenti nelle sale espositive. Quicon realizza App Mobile per mostre e beni culturali con tecnologia Proximity.

La catena Alberghiera Hilton sfrutta la tecnologia Beacon

La catena Hilton sta usando i beacon per fornire una guida turistica ai viaggiatori

La catena Alberghiera Hilton sfrutta la tecnologia Beacon
La catena Alberghiera Hilton sfrutta la tecnologia Beacon

 

La catena alberghiera Hilton sta usando i beacon per fornire ai viaggiatori  le raccomandazioni per le attività e i servizi offerti presso le sue strutture, come ci riferisce il report del Mobile Commerce Daily. I beacon per alberghi e strutture alberghiere è un fenomeno che sta esplodendo e la catena americana Hilton si rivela come in tanti altri campi, promotrice di nuove tecnologie.

Lo strumento di guida turistica, denominata Fun Finder, è disponibile nell’ App mobile Hilton HHonors.

I viaggiatori possono inserire le categorie di servizi offerti nelle loro preferenze, al fine di ricevere le notifiche su misura in base agli interessi. Il progetto beacon della catena Hilton ha il potenziale per aumentare il numero dei membri nel suo programma fedeltà HHonors, fornendo loro consigli personalizzati.

 

La strategia di adottare i beacon sarà, probabilmente, quelloa di aumentare la base iscritti per il programma fedeltà dei membri HHonors Hilton. Dal momento che il Fun Finder è disponibile solo in app Hilton HHonors, gli utenti devono già essere iscritti al programma fedeltà della catena ed effettuare il download dello strumento. Ciò potrebbe portare a un notevole impulso per nuove registrazioni di utenti che spinti dal desiderio di utilizzare il Fun Finder decidono di iscriversi al Programma Fedeltà di una delle catene alberghiere più famose al mondo.

 

L’App è in grado di personalizzare e curare il soggiorno di un viaggiatore rendendo il servizio estremamente prezioso offrendo avvisi ai viaggiatori per le attività, dei negozi all’interno della struttura, dei ristoranti e dei locali di interesse più importanti nelle vicinanze. Essa incoraggia, inoltre, i viaggiatori a tornare in quella posizione o nuovamente in quella catena di alberghi proprio come un vero e proprio programma di fidelizzazione. Accoppiando entrambi questi strumenti sarà probabilmente più facile aumentare l’engagement di nuovi viaggiatori e incoraggiarli a tornare in futuro.

 

Nel complesso, la tecnologia beacon sta facendo la sua strada anche in settori diversi dalla vendita al dettaglio. I dispositivi sono stati più adottati dai rivenditori, ma i beacon stanno dimostrando di essere uno strumento efficace di engagement anche in altri settori. In particolare, le imprese nel settore dei viaggi e del settore alberghiero stanno installando beacon in strutture di tutto il mondo. Numerosi aeroporti hanno installato la tecnologia ibeacon fornendo ai viaggiatori informazioni con le indicazioni sui voli in tempo reale, tra questi ci sono gli aeroporti di Los Angeles in California, Hong Kong in Cina e Nizza in Francia (leggi l’articolo del nostro blog sulla tecnologia Beacon negli aeroporti).

 

I Beacons hanno il potenziale per visionare le entrate dell’Hilton e di coinvolgere i clienti e aumentare l’interazione traducendo tutto in volumi più alti di prenotazione. Se l’Hilton rende il suo servizio sempre più coinvolgente, i clienti con maggiore probabilità torneranno in una loro struttura e l’azienda potrebbe vedere un incremento delle sue vendite totali.

 

Scopri tutti i dettagli della tecnologia beacon per alberghi e strutture alberghiere, contattaci per sapere le informazioni sulla tecnologia e sul mondo della Proximity Experience.

Perchè il Bluetooth non è un ostacolo per le campagne di Marketing di Prossimità

Perchè il Bluetooth non rappresenta un problema per il Marketing di Prossimità

Perchè il Bluetooth non è un ostacolo per le campagne di Marketing di Prossimità
Perchè il Bluetooth non è un ostacolo per le campagne di Marketing di Prossimità

Mentre sembra che l’equivoco secondo il quale il Bluetooth aumenti considerevolmente il consumo della batteria sia terminato, c’è un’altra domanda tipica che si apre ogni volta che si parla dell’adozione dei Beacon e della tecnologia di Prossimità: “Quanti smartphone hanno il Bluetooth attivo e sarà un ostacolo in futuro?”. Relax, non sarà un ostacolo. In primo luogo, diamo un’occhiata ai numeri. Ecco perchè il Bluetooth non rappresenta un problema per il Marketing di Prossimità:

 

Quanti Smartphone hanno il Bluetooth Attivo?

 

Che tu sia un esperto di marketing, di brand, retailer, advertiser, investitore o anche un fornitore semplice di beacon, questa è una delle prime domande quando si tratta di marketing di prossimità con i beacon Bluetooth. E giustamente, perché non ci sono molti dati là fuori. Qui ci sono le statistiche che le aziende del settore di prossimità hanno segnalato finora:

 

  • Beekn ha riferito che nel 2014 il 33% degli utenti ha il Bluetooth Attivo;
  • Rover ha riferito che nel 2015 il 40% degli utenti ha il Bluetooth Attivo;
  • Google ha riferito che nel 2016 in media il 50% degli utenti ha il Bluetooth Attivo.

Ora vi state chiedendo “Che importa se il 50% ha il Bluetooth, è solo la metà, come faremo ad arrivare al 100%“? Giusta domanda, ed ecco come:

 

I Marketers otterranno più attivazioni chiedendo il permesso ad utilizzare il Bluetooth

 

Per quelli di voi che non sanno alcune dinamiche, un App Mobile può chiedere di attivare il Bluetooth (proprio come si può con Location). L’importante è smettere di inviare messaggi predefiniti come “questa applicazione vorrebbe attivare il Bluetooth”; l’importante è, invece, mettere in chiaro agli utenti il beneficio che otterrebbero con l’attivazione del Bluetooth.

Voi accettereste l’attivazione del Bluetooth con messaggi tipo: ”vuoi attivare il Bluetooth (o posizione)” senza sapere che cosa succederà dopo? Io non lo farei.

Ok, questo è più di un approccio reattivo al problema “Bluetooth”. Converrete: “Questo non ci porterà al 100%, che altro ci proponi?”.

 

iPhone 7 – Nessun Jack

 

Probabilmente avrete letto che il nuovo iPhone 7 viene fornito senza un jack per le cuffie. Cosa significa? Significa cuffie e auricolari Bluetooth che già rappresentano il 54% delle vendite negli Stati Uniti. Altri hanno già iniziato a seguire la Apple in questo trend e, infatti, perché non dovrebbero? Le cuffie Bluetooth hanno migliorato immensamente il suono e la durata della batteria nel corso degli ultimi anni e avranno ancora miglioramenti per la fine del decennio.

 

Smart Watches

Secondo Forbes, 322.69 milioni di dispositivi indossabili saranno venduti a livello globale nel 2017, trainata principalmente dalla smartwatches e da braccialetti. Secondo IDC, Apple sta attualmente dominando il mercato SmartWatch con una quota stimata di mercato del 53,2% e Google arriverà al 22,9% entro la fine del 2016. A quanto pare, siamo di fronte a un’altra battaglia di Google vs Apple, perché IDC ha previsto che entro la fine del 2020, i giganti saranno in lotta testa a testa con il 43,8% contro una quota di mercato del 41,8%, con Apple leggermente in anticipo.

Oh! Questo mi ha fatto ricordare che il modo più veloce per collegare gli indossabili per smartphone e computer è tramite Bluetooth.

 

Dispositivi Collegati

 

Un sacco di nuovo hardware per PC funzionano con il Bluetooth come tastiere e mouse. E anche collegando tutti i dispositivi tra di loro. Hai mai usato Airdrop? E’ incredibile, si dispone di dispositivi Apple in prossimità ed è possibile inviare file a un altro dispositivo alla velocità della luce. Vi siete mai chiesti come funziona? Con Bluetooth e Wi-Fi, naturalmente. E mentre Google e Microsoft stanno andando dietro con una caratteristica così liscia – è solo una questione di tempo in cui risolverlo. Quindi più Bluetooth. E il Bluetooth 5.0 di prossima uscita, renderà ancora più importante la tecnologia per il collegamento di tutti i dispositivi intelligenti.

 

Connected cars

Lo sapevate che il 90% delle automobili nuove che verranno immatricolate entro la fine del 2016 saranno abilitate al Bluetooth? Le funzioni più semplici e pratiche sono la ricezione delle chiamate e l’ascolto della musica con l’associazione dello smartphone all’auto. Ci sono anche funzioni più avanzate come l’utilizzo dello smartphone come una chiave di auto. I produttori di automobili come la Tesla e Volkswagen stanno implementando la tecnologia Bluetooth Low Energy nel portachiavi, in modo da poter utilizzare la funzione Trova chiave e collegarle ad altri dispositivi abilitati Bluetooth.

 

Virtual Reality & accessori Augmented Reality

 

La realtà virtuale sta guadagnando tantissimo in questo momento e con essa gli accessori che vengono associati. Pokemon GO, il gioco che ha 30M di utenti giornalieri attivi, ha lanciato un accessorio Pokemon Go Plus. Pokemon Go Plus è un accessorio Bluetooth, realizzato da Nintendo, che interagisce con l’applicazione principale, conta i tuoi passi e aiuta a catturare i Pokémon. Un altro esempio è la notizia trapelata di recente in merito a Snapchat (150M utenti attivi al giorno) di occhiali da sole intelligenti. Anche se non ci sono dichiarazioni ufficiali, è una scommessa sicura affermare che sarà necessario collegarli con il Bluetooth.

 

Se non sei ancora convinto che il Bluetooth è qui per restare e consolidarsi, considerate questo – ovvero sia Apple che Google stanno facendo importanti investimenti in tecnologie Bluetooth. Come spesso accade, le aziende possiedono anche 95,6% del mercato degli smartphone globale. Pensi davvero che il Bluetooth sarà un ostacolo?

 

QuiCon App Promozioni

QuiCon si rifà il look!

QuiCon si rifà il Look e aggiunge tante funzionalità alla sua App.

L’ultimo aggiornamento dell’App su Google Play e Apple Store vede una nuova interfaccia grafica sviluppata seguendo le ultime linee dell’User Experience e tante nuove funzionalità che rendono unica l’esperienza tra brand, negozio e utente finale.

Applicazione rivoluzionata con una nuova interfaccia grafica ed esclusiva User Experience. La nuova interfaccia, infatti, presenta una lista a sezioni scrollabile da sinistra a destra con la possibilità di visualizzare i nuovi contenuti anche in GPS, ordinati in base alla distanza dall’utente.

QuiCon App Promozioni
QuiCon App New!

La prima sezione – In primo piano – mostra il contenuto, in full size, più vicino all’utente in base alla sua posizione.

Nella sezione – Giochi – troverai le attività di game più interessanti e divertenti da provare.

Con i nostri Proximity Game la città sarà un vero e proprio parco giochi virtuale.

Con la sezione – Prossimi Eventi – l’utente avrà, in base alla sua posizione, una lista degli eventi più cool e divertenti nella propria zona.

QuiCon è l’Applicazione che offre un ponte tra promozioni, eventi e giochi organizzati e i consumatori finali.

Il trasporto pubblico cambia con la Proximity Experience

Il trasporto pubblico cambia con la Proximity Experience

Il trasporto pubblico cambia con la Proximity Experience
Il trasporto pubblico cambia con la Proximity Experience

 

Il trasporto pubblico cambia con la Proximity Experience. L’azienda leader nella tecnologia m-ticketing ha sviluppato un progetto ideando un App Mobile che sfrutta i segnali dei Beacon per acquistare il biglietto e usufruire degli sconti dei negozi quando il bus è in transito rispetto al beacon.

Corethree, leader di mercato nella tecnologia m-ticketing, ha annunciato la sua prima applicazione di viaggio integrandone la tecnologia iBeacon, sviluppata per l’azienda già esistente Syntus, leader olandese operatore del trasporto pubblico e che fa parte della società di trasporto globale Keolis.

Con l’utilizzo della società proprietaria della piattaforma Core Engine, l’m-ticket sarà in grado di offrire ai clienti una migliore esperienza, collegando i loro viaggi con le offerte locali e le promozioni in base alla vicinanza grazie alla tecnologia Beacon. Il trasporto pubblico cambia con la Proximity Experience della piattaforma Core Engine.

Syntus e Corethree confermano che 3.000 iBeacons saranno utilizzati in tutta la nazione olandese rendendola quella più all’avanguardia in soluzioni integrate di città e di viaggio intelligente in Europa. Lo sviluppo fornirà anche ulteriori vantaggi ai clienti che useranno la loro App m-ticket nelle ore di punta. Questo incoraggerà una maggiore programmazione dei viaggi e potrebbe ridurre la congestione dell’ora di punta.

Ashley Murdoch, amministratore delegato di Corethree afferma: “Abbiamo lavorato duramente per offrire una strategia iBeacon che offrirà una significativa differenza per i nostri ed i loro clienti. Prima di prendere qualsiasi cosa sul mercato abbiamo bisogno di essere sicuri al 100% che il congegno offra un reale valore”.

E continua: “Siamo pienamente convinti che ”Internet of Things” sarà fondamentale per il futuro della nostra attività e che le lezioni che impariamo attraverso questo recente sviluppo aiuteranno molti altri operatori di viaggio e altre categorie per fornire un’esperienza utente più intelligente. È il momento di uscire ed essere innovativi nella tecnologia mobile e vogliamo continuare ad essere all’avanguardia nei nuovi sviluppi per essere di utilità pratica per il pubblico e dei nostri clienti“.

Cees Anker, amministratore delegato Syntus dice: “Questo ultimo sviluppo è un gioco che cambia per i nostri clienti nei Paesi Bassi Integrazione iBeacons con le nostre applicazioni Mobile Ticket è un altro passo nel nostro impegno a fornire la migliore esperienza di viaggio dei clienti”.

I seguenti servizi saranno disponibili attraverso l’applicazione: si potranno acquistare biglietti per l’autobus (singoli biglietti) e biglietti per eventi, questi potranno essere acquistati prima della partenza e vengono attivati ​​al momento dell’uso. Inoltre, i viaggiatori muniti di smartphone e App Mobile saranno in grado di acquistare un biglietto digitale per un altro passeggero (genitore-figlio) direttamente dal proprio device. Sarà possibile fornire il calendario informativo dei viaggi su App così da capire gli orari dei viaggi.

Il pagamento avviene on-line tramite PayPal o carta di credito. Nel caso di PayPal, acquisti possono essere pagati con la ING e Rabobank App.

Adidas esordirà con un App Omni-Channel

Adidas esordirà il prossimo anno con nuova App Mobile

 

Adidas esordirà con un App Omni-Channel
Adidas esordirà con un App Omni-Channel

Secondo la società, l’applicazione dovrebbe aiutare i suoi franchising con i clienti online

 

Nel tentativo di connettersi meglio con i propri consumatori, Adidas sta preparando il lancio di una nuova applicazione nel 2016. La sperimentazione è destinata specificamente in India.

Dopo aver introdotto una strategia omni-Channel per integrare 200 dei suoi 750 punti vendita con la tecnologia shopper-friendly, Adidas prevede di uscire con una applicazione mobile sviluppata appositamente per l’India.

La multinazionale tedesca produce scarpe sportive, abbigliamento e accessori. Secondo la società, l’applicazione, che vedrà luce solo nei primi mesi del 2016, è nata con l’intento di aiutare i franchisor nel contatto diretto con i clienti on-line.

L’azienda, che ha 500 Adidas e 250 negozi Reebok, prevede di aumentare il numero di franchising a 1.000 entro il 2018. “L’applicazione dovrebbe aiutare i clienti a guardare attraverso tutte le nostre collezioni. I clienti potranno sia ordinare online e farsi consegnare la merce a domicilio o farsi consigliare il negozio Adidas o Reebook più vicino e così acquistare il prodotto visto online. Se un cliente ordina on-line, il franchise più vicino che ha il prodotto sarà in grado di consegnarlo a domicilio”, ha detto Abhishek Lal, direttore e-commerce, Adidas India.

Lufthansa Sperimenta La Proximity Experience

Lufthansa sfrutta la Proximity Experience per i passeggeri nell’aeroporto di Francoforte

Lufthansa Sperimenta La Proximity Experience
Lufthansa Sperimenta La Proximity Experience

Dopo l’introduzione del iBeacon nel 2013, molte aziende hanno testato questa nuova tecnologia per sviluppare il proprio business e accrescere l’esperienza dell’utente. Lo scopo principale è di servire un servizio migliore al cliente. Questo in realtà è il motivo per il quale la Lufthansa Airlines ha scelto di sviluppare una strategia di Marketing orientata alla Proximity Experience ed ottenere così maggiore soddisfazione per i passeggeri in aeroporto.

 

La Lufthansa Airlines ha rilasciato un aggiornamento per la sua applicazione iOS che offre ai passeggeri ubicati presso l’aeroporto di Francoforte nuovi servizi basati sulla posizione. Il servizio si basa sulla tecnologia iBeacon che invia al passeggero le rotte e informazioni di rilevante importanza tramite Applicazione Mobile direttamente sul proprio iPhone o iPad.

 

La tecnologia basata su iBeacon Bluetooth Low Energy (BLE) fornisce una guida per i viaggi per i passeggeri in transito e indicano dove si trovano i punti d’interesse più vicini. La tecnologia deve essere implementata attraverso il gruppo in attesa del successo del servizio presso l’aeroporto di Francoforte. Le versioni future potrebbero vedere altri servizi aggiuntivi con i quali potranno essere inviati ai viaggiatori i tempi di attesa e di trasferimento ed ulteriori notifiche se non hanno superato i controlli di sicurezza per un certo periodo di tempo.

 

Intanto Lufthansa non è la prima compagnia aereo che utilizza la tecnologia iBeacon. Nel giugno 2014 American Airlines ha installato 100 iBeacons al Terminal 4 di Dallas Fort Wort (DFW). Diverse aziende aeree come Easyjet, Japan Airlines (JAL) e Virgin Atlantic, hanno sperimentato con successo la tecnologia Beacon e le App per aereoporti potranno avere un seguito molto interessante nel prossimo biennio.

 

Volete aggiungere la tecnologia Beacon alla vostra strategia aziendale? QuiCon offre molti vantaggi per migliorare il vostro business e la soddisfazione del cliente tramite App Mobile per Aereoporti e compagnie aeree.

Basta semplicemente cliccare il nostro sito web o contattarci direttamente su info@quicon.eu. Saremo molto felici di aiutare a sviluppare il vostro business.

QuiCon e la Proximity Experience alla Fiera Nazionale Pescara Sposi 2015

QuiCon e la Proximity Experience alla Fiera Nazionale Pescara Sposi 2015

QuiCon e la Proximity Experience alla Fiera Nazionale Pescara Sposi 2015
QuiCon e la Proximity Experience alla Fiera Nazionale Pescara Sposi 2015

 

Alla VI Edizione della Fiera Nazionale Sposi tenutasi a Pescara il 10 e 11 ottobre, QuiCon e la Proximity Experience ha supportato come partner tecnologico l’organizzazione dell’evento rendendo unica e interattiva l’esperienza dell’utente tramite App Mobile.

QuiCon ha fornito alla Fiera 20 Beacon, tecnologia dotata di BLE, che, comunicando con gli smartphone degli utenti, recapitano messaggi in prossimità degli stessi offrendo loro informazioni della fiera e le promozioni degli stand presenti all’evento. Con QuiCon la Fiera si è dotata di un App Mobile per Fiere e Eventi, offrendo ai fruitori un servizio aggiuntivo di fondamentale importanza per la Fiera.

Il Proximity Marketing per Fiere ed Eventi

La Proximity Experience di QuiCon rende ogni fiera/congresso un evento unico e irripetibile. Tramite Beacon, infatti, gli utenti riceveranno sul proprio device le informazioni rilevanti, gli aggiornamenti, il calendario, le notizie, eventi e iniziative in tempo reale. I fruitori degli eventi grazie alla condivisione sui Social Network potranno condividere la propria esperienza e il luogo in cui si trovano innescando un processo di passaparola che amplifica le operazioni di marketing per le fiere. Un App Mobile per Fiere e Eventi come QuiCon rende l’esperienza dell’utente irripetibile instaurando nella mente del consumatore un valore aggiuntivo reale.

Promozioni e vantaggi esclusivi

Coinvolgere aziende, realtà commerciali e partner è, per alcuni tipi di eventi una necessità mentre in altre circostanze rientra nell’obiettivo dell’iniziativa stessa.

Per le aziende gli eventi possono essere occasioni di maggiore diffusione, per entrare in contatto con potenziali clienti e favorire la diffusione dei propri prodotti e servizi anche proponendo vantaggi riservati ai soli presenti all’evento stesso, attraverso il proximity marketing.

E’ dunque utile realizzare promozioni, sconti e ogni altra modalità di connessione che avvicina all’azienda, propone assaggi, e occasioni d’incontro attraverso la App.

Durante la Fiera Sposi di Pescara, grazie ad un inserimento real time  – inviata con notifica dalla App in prossimità degli “stand” – i presenti hanno ricevuto informazioni e aggiornamenti dalla App stessa.

QuiCon per la Fiera Nazionale Pescara Sposi 2015

La VI Edizione della Fiera Nazionale Sposi svolta sul lungomare di Pescara nel 2015 ha sfruttato la Proximity Experience per inviare notifiche ai fruitori della Fiera per aggiornarli in tempo reale di tutte le attività e le notizie riguardanti gli stand della Fiera. Un vero e proprio successo misurato dai downloads dell’App e dalle interazioni che l’Applicazione ha ricevuto.

cacacola

Coca-Cola sperimenta il proximity Marketing

Coca Cola sperimenta il Proximity Marketing
Coca Cola sperimenta il Proximity Marketing

In un progetto pilota sviluppato tra maggio e giugno di quest’anno la Coca-Cola ha collaborato con l’azienda Norwegian VG, utilizzando l’applicazione mobile VG, offrendo un drink gratuito ai consumatori mentre camminavano all’ingresso dei cinema selezionati; tale offerta veniva attivata da beacon, lo strumento per veicolare informazioni e promozioni in prossimità degli utenti dotati di smartphone. Coca Cola sperimenta il Proximity Marketing in Norvegia tramite Beacon.

I dati raccolti dai fari (beacon è la traduzione di faro dall’inglese) sono stati immagazzinati in forma anonima sulla piattaforma di annunci Unacast, per consentire il retargeting di quelli che ha redento con l’offerta di un biglietto del cinema gratuito per una data successiva.
I numeri sono stati impressionanti, il 24% degli utenti dell’app hanno cliccato sull’offerta e la metà degli stessi ha poi ricevuto il drink gratuito. La campagna di retargeting, lanciata la settimana più tardi, ha ricevuto il 60% di click sul banner dell’annuncio che offriva loro un coupon per un biglietto di cinema gratuito di Coca-Cola, e la metà degli utenti “re-targetizzati” ha usufruito del biglietto ricevuto al cinema. Coca Cola sperimenta il Marketing di Prossimità come veicolo per effettuare un tipo di retargeting importante.
La chiave di questa campagna è stata una applicazione popolare e già ben utilizzata, piuttosto che la creazione di un app su misura per lo scopo. Ha fornito un’esperienza promozionale che ha permesso alla Coca Cola di costruire un profilo cliente più arrotondato legando l’online all’offline tramite la tecnologia beacon.

La creazione di applicazioni su misura è stata un ostacolo per gli inserzionisti, nel cercare di convincere la gente ad usarli in maniera regolare. Knut Anders Thorset, senior manager delle vendite digitali e marketing di Coca-Cola Enterprises Norvegia, ha detto: “Questo processo dimostra che i beacon permettono a marchi come Coca-Cola di utilizzare canali di comunicazione già esistenti in nuovi modi. L’iper-rilevanza dei fari assicurano che possiamo amplificare il nostro ruolo e fornire qualcosa di valore reale sia ai rivenditori che ai consumatori. “E” Non vediamo l’ora i risultati di un ulteriore roll-out.”

Il progetto coprirà 110 cinema in Scandinavia alla fine di quest’anno e altri esperimenti simili potrebbero essere condotti in altre regioni.

Coca-Cola non è certo l’unica a esaminare le possibilità di inviare segnali mediante il marketing di prossimità; altri giganti tecnologici, come Facebook e Google, stanno spingendo tantissimo per offrire contenuti basati sulla localizzazione, servizi e annunci mirati.

Facebook sta offrendo beacon alle imprese mentre Google ha recentemente annunciato il rilascio di un nuovo software che attiva in modo permanente il Bluetooth Low Energy (BLE), la tecnologia faro che comunica con i dispositivi Android o iOS.